qual è la polizza sanitaria migliore?

Siamo sempre più sensibili al pensiero di dover proteggere la nostra salute con una Polizza Sanitaria, ma orientarsi non è semplice.

Sappiamo di cosa si tratta perché ormai sempre più persone si stanno dotando di questa tutela, ma quando ci decidiamo anche noi ecco che sorge un dubbio…

Ogni Compagnia di Assicurazioni ha una soluzione per il rischio “Salute”: tanti prodotti con nomi rassicuranti che si candidano a risolvere la nostra esigenza di protezione.

 

Ma qual è la Polizza Sanitaria migliore?

 

Quali criteri devono guidarci per valutare il contenuto di questa garanzia?

Nei Fascicoli Informativi ci sono scritte davvero tante cose e le diverse Polizze possono anche essere diversamente efficaci nell’adattarsi alla nostra necessità.

 

COSA GARANTISCE UNA POLIZZA SANITARIA?

Partiamo da questo concetto base per renderci conto di cosa è lecito aspettarsi da questa garanzia: una Polizza Sanitaria ci assicura la certezza di poterci curare.

Deve consentirci di avere una rapida ed efficiente alternativa al SSN, garantendoci l’accesso a Strutture Sanitarie Private di nostra preferenza ed il pagamento delle prestazioni di cui necessitiamo da quel momento in poi (o anche prima).

polizza sanitaria accesso alla sanità privata

Deve permetterci di ricevere le migliori cure senza preoccuparci del loro costo e di poter gestire il nostro recupero e riabilitazione senza la fretta di dover lasciare il letto dell’Ospedale (che in una Struttura Pubblica deve presto essere assegnato a qualcun altro).

Per ottenere tutto ciò, è necessario che nella garanzia siano previste precise condizioni.

Andiamo quindi ad approfondire insieme quali sono gli elementi su cui riflettere nella ricerca della Polizza Sanitaria migliore.

 

IL PREZZO DELLA POLIZZA?

Sicuramente quello del costo è un criterio che non possiamo evitare di seguire, perché quella spesa dobbiamo poterla sostenere senza metterci in difficoltà.

Questa riflessione guida ogni nostra scelta di acquisto, partendo dalle spese ordinarie fino a quelle più grandi per cose che ci apparterranno per molto tempo.

Tuttavia scegliere solo sulla base del costo più basso può rivelarsi un errore.

Non in senso assoluto, perché non è detto che la soluzione meno costosa sia la peggiore, Tuttavia può essere un errore non indagare il contenuto ed il funzionamento della garanzia e non verificare la sua reale adeguatezza alle nostre necessità.

delusione per un acquisto pagato poco

Diciamo che il costo può rimanere un criterio di scelta rispettabilissimo, ma solo dopo aver approfondito una serie di altri elementi importanti.

 

LA COMPAGNIA ASSICURATIVA?

Ci sono tante Compagnie nel mercato assicurativo, tutte diverse in quanto a dimensioni, solidità patrimoniale, capillarità della rete di vendita e tanti altri aspetti.

Ognuna di esse può anche distinguersi per la maggiore o minore velocità nel gestire i sinistri o per la volontà di andare più o meno incontro alle “pretese” dei Clienti.

Di certo però non si può dubitare in anticipo di nessuna delle loro Polizze, perché gli impegni nei confronti degli Assicurati sono ben scritti sulle condizioni contrattuali.

 

Andiamo più a fondo…

 

Per valutare quale sia la Polizza Sanitaria migliore, ragioniamo su quali sono le Società che forniscono i Servizi di Assistenza Sanitaria previsti dal contratto.

È tramite la loro Centrale Operativa e i loro sistemi informatici che possiamo accedere alle prestazioni, quindi è dalla loro efficienza che può dipendere la nostra soddisfazione.

network strutture sanitarie

Possiamo inoltre indagare quali Strutture Sanitarie Private sono incluse nel Network, per capire se tra di esse ci sono anche quelle della nostra zona.

Potrebbe essere scomodo scoprire che per effettuare una Visita “in convenzione” dobbiamo allontanarci di 50km, con tutto il disagio di uno spostamento del genere, no?

 

IL MASSIMALE DELLA GARANZIA?

Il “Massimale” è la somma entro cui la Polizza paga le prestazioni garantite.

Anche qui, come per il prezzo, può essere un errore pensare che la Polizza Sanitaria migliore è quella che ha solo il Massimale più alto, senza approfondire oltre.

La somma assicurata può anche essere “infinita” ma se ad esempio è presente solo la garanzia principale “Ricoveri con/senza interventi chirurgici” senza altre previsioni rischiamo di rimanere scontenti per altri motivi.

È come ordinare un menù in cui ti colpisce la foto di una pizza enorme (che non finirai), per accorgerti solo troppo tardi che nel’offerta non erano incluse le bevande.

un massimale troppo grande è inutile

Circa il Massimale c’è anche da capire bene se questo si intende “per ogni sinistro” o “per anno assicurativo“, oppure anche “per singolo assicurato” o “per tutto nucleo familiare“.

È bene assincerarci che sia “congruo” in base alle nostre necessità, ma dobbiamo sempre verificare che nella Polizza siano presenti anche tante altre garanzie utili di cui possiamo aver bisogno (Visite, Esami, Accertamenti, Check Up, Terapie Oncologiche, ecc.).

È anche importante capire altre due cose:

  • se il pagamento da parte della Compagnia avviene in modo diretto, oppure su rimborso (dopo che l’Assicurato ha anticipato di tasca sua la spesa)
  • se l’indennizzo è totale, oppure se sull’Assicurato rimane parte del costo (per la previsione di franchigie fisse o scoperti percentuali).

 

IL CHECK-UP SANITARIO?

Tra le garanzie che arricchiscono una Polizza Sanitaria c’è anche quella che concede agli Assicurati la possibilità di beneficiare di un Check-Up sanitario periodico.

Possono essercene anche altre, come quelle che prevedono il rimborso delle spese per Lenti, Apparecchi acustici o anche per interventi di Ortodonzia.

Queste prestazioni colpiscono l’attenzione, perché riguardano situazioni frequenti e fanno immaginare di poter “utilizzare” la Polizza invece di pagare di tasca propria.

Questa percezione è condivisibile, ma in realtà è viziata da un punto di vista errato.

 

Una Polizza Sanitaria non serve a quello.

 

O meglio, serve anche a quello, ma non è questa la sua funzione più importante.

È preziosa per garantirci di ricevere assistenza sanitaria e darci una veloce ed efficace risposta quando il SSN non risponde prontamente.

La sua utilità è quella di sollevarci dai costi della Sanità Privata, talmente grandi che forse non riusciremmo neanche ad affrontarli. Le spese per il Check-up o per altre piccole prestazioni che possiamo scaricare sulla Polizza non rappresentano di per sé un rischio.

Quindi non dobbiamo pensare di aver trovato la Polizza Sanitaria migliore solo perché ci regala piccoli “servizi“, ma dobbiamo indagare se il contenuto ed il funzionamento della garanzia principale nei dettagli descritti appena sopra.

Vuoi informazioni
su una Polizza Sanitaria?

 

MODALITÀ DI RINNOVO E DURATA

Lascio questo aspetto per ultimo perché forse è il più importante da comprendere.

Tutte le Polizze hanno una durata e generalmente questo periodo coincide con un anno, salvo diversa impostazione; ogni anno siamo liberi di non rinnovarle inviando una disdetta anticipata, ma non consideriamo mai l’eventualità opposta.

 

Anche la Compagnia può voler non rinnovare.

 

Non è una cosa strana, soprattutto per un rischio delicato come quello della Salute.

La questione è che quando si sottoscrive una Polizza Sanitaria dobbiamo dichiarare il nostro “stato di salute” ed anche eventuali disdette subite su contratti precedenti.

Immagini quanto è difficile ottenere una nuova Polizza dopo che un grave (e costoso) problema di salute ha indotto una Compagnia di non rinnovare quella vecchia?

rinnovo o disdetta della polizza sanitaria

Se hai capito il concetto, troverai utile sapere che esistono Polizze che non possono essere annullate (dalla Compagnia) per un periodo più o meno lungo (5 o 10 anni), o addirittura che non possono mai essere mai disdettate.

Un altra cosa che sfugge spesso, se non sempre, è che in ogni Polizza Sanitaria è prevista una età di uscita superata la quale la garanzia si interrompe senza tacito rinnovo.

L’età limite è generalmente 75 anni, quando è troppo tardi per sottoscrivere altra Polizza ed è proprio il periodo in cui ne abbiamo più bisogno per via delle malattie della vecchiaia e del “rischio di non autosufficienza” che ci minaccia.

Tra le tante Polizze proposte dalle Compagnie, alcune prevedono anche una età di uscita più lunga o hanno addirittura una durata che coincide con la vita intera.

È soprattutto su quest’ultimo aspetto che dobbiamo soffermarci, piuttosto che sul “prezzo” o troppo superficialmente sul “Massimale” della garanzia principale.

 

PER CONCLUDERE

Come vedi ci sono tanti aspetti da valutare in una copertura assicurativa ed è tutt’altro che facile stabilire in modo assoluto qual è la Polizza Sanitaria migliore.

Se pensi che leggere e comprendere il contenuto di una Polizza sia difficile hai ragione ed è proprio per questo che dovresti farlo insieme ad un Assicuratore.

Vogliamo parlarne insieme?

Parlarne non costa davvero nulla e ti arricchirai di utili informazioni.

 


SONO A DISPOSIZIONE,
per questa e per qualsiasi altra esigenza assicurativa.

Alessio Cioeta

INTERMEDIARIO ASSICURATIVO

Chi sono

 



Se hai trovato utile questo articolo

CONDIVIDI,

oppure

LASCIA LA TUA OPINIONE
IN UN COMMENTO.

Se sei direttamente interessato

Qual è la Polizza Sanitaria migliore? Quale scegliere tra le tante soluzioni?

Potrebbe anche interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *