risparmiare sulle tasse con le assicurazioni

Subiamo una grande pressione fiscale e cerchiamo sempre il modo per risparmiare sulle Tasse. Possiamo farlo grazie alle le Assicurazioni.

Il modo in cui vengono calcolate le tasse, semplificato il più possibile, è questo:

 

( REDDITO – COSTI ) * ALIQUOTA FISCALE = IMPOSTA

 

Per ridurre l’importo delle tasse possiamo agire su due aspetti:

  • I costi deducibili: ovvero tutti quegli importi che possono essere sottratti al reddito, per diminuire la “base imponibile” su cui sono calcolate le tasse
  • Le detrazioni: quelle somme che vengono sottratte alle tasse già calcolate

Oltre a tanti costi che possiamo “portare in contabilità”, come le spese sanitarie o quelle legate a particolari attività agevolate, ci tornano utili nell’intento di risparmiare sulle Tasse anche i premi assicurativi pagati per alcune tipologie di Polizze.

Ciò significa che, oltre a beneficiare delle prestazioni di quei contratti, chi li sottoscrive traduce quel costo in un risparmio fiscale.

Ecco quali sono e vediamo caso per caso in che modo sono fiscalmente utili.

  1.  LA PREVIDENZA COMPLEMENTARE
  2.  LE ASSICURAZIONI SULLA VITA (CASO MORTE)
  3.  LE GARANZIE INFORTUNI (MORTE E INVALIDITÀ)
  4.  LA POLIZZA CONTRO IL RISCHIO DI NON AUTOSUFFICIENZA
  5.  LE GARANZIE CONTRO LE CATASTROFI NATURALI

 

approfondimento

 

IL FONDO PENSIONE

Si, quando sentiamo parlare di Previdenza Complementare si tratta proprio di un Fondo Pensione, un particolare strumento di gestione del risparmio che si contraddistingue per una serie di regole specifiche disciplinate dalla Legge.

Ciò che rende il Fondo Pensione diverso da altri generici Piani di Accumulo (PAC) è sicuramente la durata e la finalità, ovvero quella di creare una Pensione integrativa.

L’altra caratteristica unica è il regime fiscale agevolato riservato agli Aderenti.

In pratica, i contributi versati in un Fondo Pensione sono deducibili dal Reddito, fino al limite annuo di circa 5.165€. Ciò significa che le somme che versiamo vanno a diminuire la “base imponibile” su cui vengono calcolate le tasse da pagare.

 

Quanto possiamo risparmiare sulle tasse?

 

risparmiare sulle tasse con i versamenti in previdenza complementare

L’entità del risparmio dipende dalla grandezza del nostro reddito e quindi da quale delle aliquote IRPEF viene applicata per quantificare l’imposta dovuta.

Tanto per fare un esempio, se realizziamo un reddito lordo di 26.000€ stiamo pagando il 23% sui primi 15.000€ ed il 27% sulla rimanente parte.

Se versiamo in un Fondo Pensione 1.000€, in quell’anno stiamo risparmiamo 270€ di tasse (ovvero il 27% dei 1.000€ versati).

Com’è che si dice: “due piccioni con una fava!“.

Con quel versamento inizieremo a risolvere il problema della nostra futura Pensione e nel frattempo facciamo rimanere più soldi in tasca a noi piuttosto che in quelle del Fisco.

 

LE POLIZZE VITA, CASO MORTE

In questa categorie di contratti, oltre a quelle che servono per gestire il risparmio ci sono anche quelle per tutelare i nostri cari dal pericolo di una nostra premorienza.

Il rischio è quello di lasciare improvvisamente in difficoltà economiche le persone che dipendono dalla nostra presenza e dal nostro reddito, ovvero il coniuge e i nostri figli finché non saranno abbastanza grandi da mantenersi da soli.

Il modo in cui funzionano è molto semplice: scegliamo il capitale che vogliamo far “piovere” sui nostri eredi e decidiamo per quanto tempo far durare la tutela.

polizza caso morte detraibile, per risparmiare sulle tasse

Ciò che rende più interessante questo genere di Polizze, oltre alla preziosa protezione, è il fatto che una parte dei premi pagati è detraibile.

Più precisamente, si detrae il 19% con il limite massimo di 530€ ogni anno e questo importo va a diminuire direttamente l’importo delle tasse già calcolate con l’applicazione delle aliquote IRPEF di cui sopra.

Per fare anche in questo caso un esempio, un premio pagato di 500€ ci fa risparmiare sulle tasse un importo pari a 95€.

Vuoi informazioni
su una tutela Caso Morte?

 

LE POLIZZE INFORTUNI

Si tratta di quei contratti assicurativi che ci proteggono dalle conseguenze economiche di eventi violenti, imprevisti ed esterni (è proprio così che si definisce un infortunio).

Questo genere di imprevisti possono determinare diverse conseguenze su chi li subisce e possono lasciare postumi invalidanti più o meno duraturi o definitivi.

Con una tutela assicurativa è possibile proteggere la propria tranquillità economica dalla mancata produzione di reddito per via della difficoltà a proseguire l’attività lavorativa.

Una Polizza Infortuni prevede garanzie che sbloccano il pagamento di capitali, diarie e rimborsi al verificarsi di un evento, così da proteggere il tenore di vita di chi ne è vittima.

risparmiare sulle tasse con una polizza infortuni

Anche per i premi pagati su Polizze Infortuni vale la detrazione del 19%, a condizione che siano presenti le garanzie Morte e Invalidità Permanente da Infortunio.

Sempre per darti un’idea, con un premio pagato di 400€ beneficiamo di un risparmio fiscale di 76€; in pratica lo Stato sta contribuendo al pagamento di una tutela che può dimostrarsi preziosa per noi.

 

LA GARANZIA LONG TERM CARE

Questa Polizza nel linguaggio “assicurativese” si chiama “LTC” e serve per tutelarci da un rischio molto lontano, ma che riguarda un numero sempre maggiore di persone.

Sto parlando del rischio di non-autosufficienza, ovvero di ritrovarsi un giorno senza la capacità di badare a noi stessi nelle nostre più normali attività quotidiane.

Questa situazione, sempre più frequente, costringe tutta la famiglia a grandi sforzi economici, sia per pagare un aiuto stabile a casa, sia la retta di una Struttura Sanitaria presso cui far soggiornare chi ne ha bisogno.

La Polizza Long Term Care provvede proprio a questo, ovvero coprire quei grandi costi con una rendita vitalizia pari ad un importo pre-deciso e rivalutato nel tempo.

polizza long term care

Anche per questa tipologia di contratti vale la detrazione del 19% del premio pagato, ma il limite annuo è innalzato a 1.291€.

Se esiste una soglia più alta è per consentire un maggior vantaggio fiscale, dal momento che i premi pagati per questa particolare garanzia tendono ad essere più importanti man mano che diventiamo più vecchi.

Vuoi informazioni
su una garanzia Long Term Care?

 

L’ASSICURAZIONE CONTRO IL TERREMOTO E L’ALLUVIONE

Pochissime case sono assicurate, se non fosse per la Polizza “incendio, fulmine & scoppio” obbligatoria per Legge quando si acquista con Mutuo una abitazione.

In realtà quella garanzia è piuttosto “inconsistente”, dal momento che tra le mura domestiche possono verificarsi tanti imprevisti oltre al fuoco.

Se pensiamo agli eventi più catastrofici, come ad esempio i terremoti e le alluvioni, il numero degli edifici protetti da una garanzia assicurativa è davvero misero nonostante i tanti eventi che negli anni hanno scosso interi paesi.

assicurazione contro il terremoto

Proprio per incentivare questa importane forma di protezione, lo Stato prevede una detrazione del 19% anche per i premi pagati per una assicurazione contro il terremoto.

Dotarsi di una tutela di questo tipo significa avere la certezza di poter contare su un capitale per ricostruire la propria casa, senza attendere i tempi (purtroppo) lunghissimi di qualsiasi intervento statale.

 

PER CONCLUDERE

Di sicuro non è solo con l’obiettivo di risparmiare sulle tasse che dobbiamo impegnarci a sottoscrivere tutte queste Polizze.

Ognuna di queste garanzie tuttavia è di per sé preziosa e può fare la differenza nella vita di ognuno di noi nel caso si verifichi un evento come quelli che ho appena descritto.

Il vantaggio fiscale è un valido motivo in più per considerarle.

Vogliamo parlarne insieme?

Parlarne non costa davvero nulla e ti arricchirai di utili informazioni.


SONO A DISPOSIZIONE,
per questa e per qualsiasi altra esigenza assicurativa.

Alessio Cioeta

INTERMEDIARIO ASSICURATIVO

Chi sono



Se hai trovato utile questo articolo

CONDIVIDI,

oppure

LASCIA LA TUA OPINIONE
IN UN COMMENTO.

Se sei direttamente interessato

Risparmiare sulle Tasse grazie alle Assicurazioni? Certo, ecco come fare.

Potrebbe anche interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *